Libri da leggere se hai perso qualcosa di importante, tipo te stessa: Americanah di Chimamanda Ngozi Adichie

Ci sono momenti nella vita in cui ti senti a metà. Improvvisamente sei metà di quello che eri, metà di quello che sei, insicura su quello che sarai. Potrebbe essere una sensazione che si presenta a seguito di un cambiamento, … Continua a leggere Libri da leggere se hai perso qualcosa di importante, tipo te stessa: Americanah di Chimamanda Ngozi Adichie

Donna, puoi ancora credere nelle favole. Principe azzurro not included: Storie della buonanotte per bambine ribelli (2)

   8 Marzo 2018. Cosa leggere? Sembra sempre più difficile appassionarsi alle storie mentre il mondo fuori (e forse anche dentro) è sempre un po’ più a pezzi. E invece no! Mi sono letteralmente innamorata di un libro pubblicato questo 2018 … Continua a leggere Donna, puoi ancora credere nelle favole. Principe azzurro not included: Storie della buonanotte per bambine ribelli (2)

Quando Frida Khalo disse “spero di non tornare mai più.” Un pomeriggio, al MUDEC di Milano

Milano. Marzo 2018. Su una parete di una delle ultime stanze dell’esposizione su Frida Khalo al Mudec di Milano si legge “Spero che l’uscita sia gioiosa e di non tornare mai più.” Mi metto ad origliare la spiegazione che una guida … Continua a leggere Quando Frida Khalo disse “spero di non tornare mai più.” Un pomeriggio, al MUDEC di Milano

Libri da leggere durante il freddo siberiano: Zero K, Don Delillo

Cronache di un italiano, la prima settimana di marzo 2018. Le vite di ciascuno scorrono autonomamente, distanti e isolate come in tutte le metropoli moderne. Eppure qualcosa le accomuna: la convivenza durante quest’ondata improvvisa di freddo siberiano. Forse finirà lunedì, … Continua a leggere Libri da leggere durante il freddo siberiano: Zero K, Don Delillo

La vera identità di William Shakespeare

San Valentino 2018: c’è chi lo passa da single, chi ha perduto l’amore, chi ne sta vivendo uno nuovo, e chi, come William Shakespeare ha perso addirittura se stesso.  Infatti, da qualche anno, le più svariate teorie hanno messo in dubbio l’identità dell’autore di Romeo e Giulietta. Nel 2009, infatti, diversi studi hanno prospettato la possibilità che Shakespeare non fosse neanche inglese. “Gli anni perduti di Shakespeare” – 1585-1592 – scrive Bill Bryson nella sua biografia dell’autore “sono realmente perduti.” Questa è forse la frase più emblematica da cui partire quando ci si chiede chi era realmente William Shakespeare. Più … Continua a leggere La vera identità di William Shakespeare